Scandalo delle lenzuola d'oro

blog-img

L'appalto truccato delle lenzuola per le FS

Lo scandalo delle lenzuola d'oro fu uno scandalo che investì i vertici delle Ferrovie dello Stato.

Lo scandalo scoppiò il 25 novembre 1988, quando l'intero consiglio di amministrazione delle Ferrovie dello Stato fu costretto a dimettersi per l'assegnazione nel 1979 all'imprenditore avellinese Elio Graziano e alla sua impresa Idaff, di un grosso appalto da 150 miliardi di lire (circa 77 milioni di euro) per la fornitura di biancheria per i vagoni letto.

L'inchiesta nacque da una denuncia dell'imprenditore Antonio Ayroldi, concorrente di Graziano che aveva perso la gara d'appalto.

I vertici delle Ferrovie vennero arrestati e condotti in carcere. Rimase coinvolto nella vicenda anche Lodovico Ligato, ex parlamentare Dc e presidente delle Ferrovie dello Stato.

Potrebbero interessarti...

Guerra delle Falkland
Fatti di cronaca

Guerra delle Falkland

La guerra tra Argentina e Inghilterra

Disastro della Ocean Ranger
Fatti di cronaca

Disastro della Ocean Ranger

La tragedia che causò la morte di 84 lavoratori

Disastro aereo delle Azzorre
Fatti di cronaca

Disastro aereo delle Azzorre

Il disastro che costò la vita a 137 italiani

Tunnel della Manica
Fatti di cronaca

Tunnel della Manica

Il tunnel sottomarino più lungo di Europa

Disastro aereo di Kegworth
Fatti di cronaca

Disastro aereo di Kegworth

Un terribile incidente con il nuovo Boeing 737-400

Attentato all'ambasciata USA di Beirut
Fatti di cronaca

Attentato all'ambasciata USA di Beirut

L'attentato più mortale contro gli Stati Uniti

Attentato di Fiumicino
Fatti di cronaca

Attentato di Fiumicino

La strage all'aeroporto di Roma

Incendio del cinema Statuto
Fatti di cronaca

Incendio del cinema Statuto

La tragedia più grande a Torino dal dopoguerra

Caduta di Marcos
Fatti di cronaca

Caduta di Marcos

La fuga del dittatore delle Filippine

Assassinio di Calogero Zucchetto
Fatti di cronaca

Assassinio di Calogero Zucchetto

L'omicidio del poliziotto che ricerca i mafiosi