Billy

Il succo di arancia più amato dai bambini degli anni ’80

© Le immagini potrebbero essere soggette a copyright

Negli anni '80, Billy – distribuito da Fonti Levissima – fu il succo d’arancia (che di arancia aveva ben poco) che accompagnava le nostre merende.

Il contenitore era realizzato in  cartoncino, metallizzato all’interno,  ed aveva una sottile pellicola di cellophane per conservare la bevanda.
In dotazione con ciasun brick una cannuccia piegabile, dagli inconfondibili colori rosso e bianco,  leggermente più grande delle atre cannuncce in commercio, che dava una sensazione di sorsata gigantesca.

Sarà un caso  ma proprio in queli anni Zuegg iniziò a produrre un succo d’arancia in brick il cui packaging ricordava non poco quello del Billy. 

Venne ritirato dal commercio nei primi anni ’90, forse per alcune voci che lo volevano “cancerogeno”(era l’epoca in cui vennero banditi tanti coloranti tipo E122), o per le proteste di qualche associazione di consumatori infervorita dal mix letale di prodotti sintetici potenzialmente dannoso. 

© Le immagini potrebbero essere soggette a copyright
Video su YouToube
Lo spot del 1983
Spot - SUCCO BILLY - 1983

Potrebbero interessarti


Scopri altri contenuti nella categoria Alimenti

© Le immagini potrebbero essere soggette a copyright

Puffoghiaccioli

I gelati con le forme dei Puffi

Sammontana, nel 1984, lanciò un ghiacciolo di colore  blu a forma di Puffo, che aveva un deciso sentore di anice. Durarono solo...

© Le immagini potrebbero essere soggette a copyright

Burghy

Più gusto nessuno ti da!

Burghy è stata una catena italiana di fast food nata nel 1981 a Milano, con primo ristorante in Piazza San Babila, fondata dalla catena di...

© Le immagini potrebbero essere soggette a copyright

Uao Saiwa

Il biscotto che insegnava l'inglese

Uao era una marca di biscotti prodotti dalla Saiwa molto diffusi dagl 1984 in poi fino alla fine del decennio. Su ogni singolo biscotto era...

© Le immagini potrebbero essere soggette a copyright

Il soldino

La merendina buona, con un soldino di cioccolato

Il Soldino era una merendina del Mulino Bianco che prendeva il nome dalla presenza di una monetina di cioccolato, col decoro di un fiore, in...

© Le immagini potrebbero essere soggette a copyright

Urrà

Il wafer cioccolatoso della Saiwa

Urrà era un biscotto wafer prodotto dalla Saiwa e ricoperto da cioccolato con 5 strati di cialda e crema di cioccolato anche...

© Le immagini potrebbero essere soggette a copyright

Caciotta Baika

Il formaggio... in rete!

Si chiamava Baika, sull'etichetta c'era una casetta che assomigliava a quella di Heidi. Era una caciotta (caciottina a quanto asserivano nello spot)...

© Le immagini potrebbero essere soggette a copyright

Italy & Italy

Il primo fast-food... prima dei colossi americani

La prima catena di fast food italiana, Italy & Italy nasce negli anni ’80, quando nessuno aveva idea di cosa fosse, tanto meno si sapeva il...

© Le immagini potrebbero essere soggette a copyright

Nesquik

Col sapor di cioccolato rende il latte prelibato!

Nesquik è una polvere di cacao solubile che si mette nel latte. Il prodotto fu ideato nel 1948 dalla multinazionale Nestlé, che lo...

Leggi la Privacy Policy

Registrazione non attiva