Tomy Water Games

Il gioco senza esclusione di colpi...d'acqua

© Le immagini potrebbero essere soggette a copyright

Il primo venne prodotto nel 1966 e si chiamava waterfull ring toss lo socpo era infilare degli anelli colorati su dei pali.
La difficoltà  consisteva nel fatto che non si potevano usare le mani ma bisognava spingere gli anelli, che erano immersi nell'acqua, tramite una pompetta che insufflando aria nel liquido li faceva muovere.

Questo concetto (di oggetti imersi nell'acqua e spostamento tramite pompetta ad aria)  si è mantenuto inalterato anche per gli altri water game arrivati negli anni ottanta, l'unica variante era il fatto che in questo caso c'erano tantissimi modelli.

Il water game ha due tappi d gomma: uno sopra  per aggiungere acqua ed uno sotto svuotare il serbatoio. Nella confezione oltre al gioco c'era un tappo di gomma sostitutivo ed un piccolo foglietto scritto in bianco e nero con le solite istruzione e raccomandazioni.

I modelli distribuiti in Italia erano questi:

  • stella fucsia ricoperta di  piolini tra i quali dovevano incastrarsi le numerose palline,
  • rodeo in cui c'era un cavallo e un cowboy, la cosa da fare era far salire appunto il cowboy sul cavallo ,
  • labirinto dove  bisognava far arrivare le palline alla fino alla  fine,
  • balena blu che poteva muoversi per tutto il gioco e nel frattempo dovevate riempirla con palline colorate,
  • rana che saliva e scendeva su un binario e nel fare questo doveva trasportare su una ninfea delle palline,
  • i doble player water game , in cui c'erano due pulsanti, uno per giocatore;  tra questi c'erano il football ed il basketball.

All'estero ne esistevano altri modelli (ad esempio una specie di Pacman mangia tutto) ma   non venivano venduti in Italia.

© Le immagini potrebbero essere soggette a copyright
Video su YouToube
Spot originale
tomy water games

Potrebbero interessarti


Scopri altri contenuti nella categoria Giochi per bambini

© Le immagini potrebbero essere soggette a copyright

Friggi Friggi

La vera frittura all'italiana!

Friggi Friggi era un gioco che contenteva una friggitrice giocattolo e una serie di accessori: cestello, posate, salse e soprattutto i cibi in...

© Le immagini potrebbero essere soggette a copyright

Cercafamiglia

I teneri peluche che cercano affetto

Gli amici cercafamiglia sono cuccioli di peluche dall'espressione tenera e affettuosa. Distribuiti dal 1985 in poi erano prodotti dalla...

© Le immagini potrebbero essere soggette a copyright

Fiammiferini

Le bamboline piccole come fiammiferi

I Fiammiferini erano piccolissimi bambolotti ditribuiti dalla GIG,  che devono il nome alla loro confezione, somigliante a quella dei...

© Le immagini potrebbero essere soggette a copyright

Maglieria magica

Lavorare la lana è un gioco da bambine!

La Maglieria magica è un gioco della Mattel, riprodotti negli anni anche come gioco di Barbie.In realtà con la Maglieria Magica...

© Le immagini potrebbero essere soggette a copyright

Pisolone

Il sacco a pelo che ti abbracciava!

Pisolone era un grande peluche lanciato alla fine degli anni ’80 dalla Giochi Preziosi.  La sua particolraità era data...

© Le immagini potrebbero essere soggette a copyright

Chiodini

L’intramontabile gioco dagli anni ’50

I chiodini sono un passatempo creativo che piace moltissimo ai bambini dagli anni 50, quando fu inventato e distribuito in Italia da...

© Le immagini potrebbero essere soggette a copyright

Robapazza

La palla che... strumpallazza!

La Palla Strumpalazza (o Robapazza)  era una palla di colore nero o arancione di spugna  con disegnate buffe facce e lanciato nel 1981...

© Le immagini potrebbero essere soggette a copyright

Dolce forno

Tutte pronte per preparare dolcetti per mamma e papà

Creato dalla Harbert di Milano, il Dolce forno riproduceva in miniatura i veri forni da cucina il cui calore, generato da una comune lampadina a...

Leggi la Privacy Policy

Registrazione non attiva