Flash

Flash è stato l'ultimo telequiz condotto da Mike Bongiorno sulle reti RAI. È andato in onda su Rai Uno dal 27 novembre 1980 al 3 giugno 1982, data dell'abbandono definitivo della TV di Stato da parte di Mike.Autori della trasmissione sono lo stesso Mike, lo storico «signor no» Ludovico Peregrini e Piero Turchetti, quest'ultimo in cabina di regia.
Per la prima volta, Mike non si avvale della collaborazione di nessuna valletta.
È il primo quiz della storia della televisione italiana interamente centrato sull'attualità e le opinioni degli italiani.

Tantissime le novità rispetto ai passati quiz di Mike Bongiorno. Lo stesso Mike, annunciandolo in anteprima, lo definì il quiz degli anni ottanta.
Flash è un gioco incentrato sulle notizie di attualità, e sul mitico sondaggio Doxa, con cui ogni settimana si chiedono le più scontate ovvietà agli italiani, come chi sia il politico preferito.. Novità anche nel momento finale, in cui per il raddoppio e il titolo di campione alla "sacralità" delle domande sulla materia scelta dal concorrente si affianca un gioco di fortuna, un "filetto elettronico" che può premiare il concorrente che in quella serata non si senta particolarmente in forma. Mike pone infatti all'aspirante campione la domanda: "Gioca per la cultura o per la fortuna?". 

Se questi va al raddoppio sulla sua materia, deve scoprire, rispondendo esattamente alle domande, le caselle di un tabellone elettronico 3 per 3, finchè non allinea tre simboli di macchinette fotografiche.
Se il concorrente prova la fortuna, invece, dietro le caselle ci sono i numeri dall'1 all'8, e un omino nero. Il concorrente raddoppia e diventa campione della fortuna se, scoprendo una casella alla volta, totalizza almeno 21 punti. Se esce l'omino nero, la prova è fallita. Nel 1982, al termine di un torneo tra i campioni delle varie edizioni, si svolse una super finale, vinta da Mario Marini, portalettere e sindacalista di Torino, esperto della vita di Benito Mussolini. Marini vinse 61 milioni e 240 mila lire.

Francesco de Ritis 150 posts

Adoro tutto degli anni 80, della magica atmosfera che si sprigionava da ogni momento vissuto, da ogni sapore; dalle sensazioni e dai colori.